Presentare la domanda

Il modo più veloce e semplice per richiedere un permesso di soggiorno in Svezia, è presentare la domanda on-line direttamente sul sito dell’Agenzia Nazionale per l’Immigrazione. Le domande correttamente compilate, saranno elaborate con priorità.

La seguente procedura vale per un cittadino proveniente da un paese non UE/SEE che desidera trasferirsi in Svezia per ricongiungimento con un membro della famiglia (coniuge, convivente e figli minorenni) che sia cittadino di un paese non UE/SEE o cittadino svedese.

La richiesta on-line:

1. Preparare la documentazione

Verificare quali sono i documenti e i dati personali richiesti. L’Agenzia Nazionale per l’Immigrazione dà priorità solo alle domande che sono state correttamente compilate in ogni parte e, di conseguenza, si otterrà una decisione più velocemente.

Per saperne di più consultare la sezione Documenti richiesti nel menù a sinistra.

2. Presentare la domanda                                               

Seguire le istruzioni dell’Agenzia Nazionale per l’Immigrazione per la richiesta on-line.

I documenti vanno allegati in formato elettronico e i diritti consolari della domanda vanno pagati con carta di credito VISA o MasterCard o PagoBancomat.

Per saperne di più, consultare la sezione Diritti consolari nel menù a sinistra.

Richiesta online - Agenzia Nazionale per l’Immigrazione

3. Il questionario per il familiare residente in Svezia


Dopo l’invio della richiesta on-line, il familiare residente in Svezia (referente) dovrà rispondere ad un questionario entro due settimane. Il referente riceverà automaticamente una mail con le istruzioni per la compilazione.

4. Il colloquio presso l'Ambasciata

Attendere l’e-mail da parte dell’Agenzia Nazionale per l’Immigrazione (Migrationsverket) in cui viene richiesto di fissare un appuntamento per un colloquio presso l'Ambasciata di Svezia a Roma. Inoltrare quindi la stessa e-mail all’Ambasciata (migration.rom@gov.se) con la richiesta di un appuntamento per il colloquio ed indicare in quale lingua si vuole eseguire il colloquio. L’Ambasciata risponderà all’e-mail con la data e l’orario del colloquio. Se la richiesta di un appuntamento non avviene entro un mese, l’Agenzia Nazionale per l’Immigrazione può decidere di respingere la domanda.

Indirizzo e orari dell'Ambasciata.

Al momento del colloquio presso l'Ambasciata è necessario dimostrare la propria identità esibendo il passaporto. I bambini maggiori di sei anni che richiedono un permesso di soggiorno in Svezia vengono anch’essi intervistati. Per bambini minori di sei anni o per bambini ritenuti troppo immaturi, il colloquio si svolge in presenza del tutore legale.

È necessario portare tutti i documenti, in originale, che sono stati allegati alla domanda presentata on-line. A volte, l’Agenzia Nazionale per l’Immigrazione richiede ulteriore documentazione. L’Ambasciata può, in alcuni casi, decidere di completare la procedura con i dati biometrici del richiedente (fotografia, impronte digitali e firma digitale) per la preparazione della tessera di permesso di soggiorno nel caso in cui il permesso venga concesso. Lo stesso vale anche per i bambini.

Dopo il colloquio, la domanda sarà nuovamente inviata all’Agenzia Nazionale per l’Immigrazione.


5. Attendere la decisione

È possibile consultare lo stato della propria domanda ed i tempi d'attesa sul sito dell'Agenzia Nazionale per l'Immigrazione.

Quando l’Agenzia Nazionale per l’Immigrazione ha preso una decisione, il richiedente sarà informato via e-mail. La decisione verrà inviata alla persona precedentemente indicata come referente in Svezia. In alternativa, l'Ambasciata comunicherà la decisione via posta raccomandata ai recapiti indicati al momento della presentazione della domanda.

6. Richiedere la tessera di permesso di soggiorno

Il cittadino non UE/SEE a cui viene concesso e rilasciato il permesso di soggiorno, dovrà provvedere alla richiesta di una tessera di permesso di soggiorno. Dato che il richiedente si trova legalmente nella zona Schengen e ha libera circolazione, dovrà recarsi direttamente in Svezia per richiedere la tessera di permesso di soggiorno. Sul sito dell’Agenzia Nazionale per l’Immigrazione, è possibile prenotare un appuntamento on-line per fornire i dati biometrici.

Per chi ha bisogno della tessera di permesso di soggiorno prima di recarsi in Svezia, vi è la possibilità di richiederla fornendo i dati biometrici presso l'Ambasciata di Svezia a Roma. Normalmente la tessera è pronta per essere consegnata entro tre, quattro settimane. Una volta che la tessera è pronta, il titolare sarà contattato dall'Ambasciata per concordare la procedura di consegna.

Presentare la domanda tramite modello cartaceo:

Come procedere:

1. Preparare la documentazione

Scaricare i moduli Application for residence permit to settle in Sweden e Family details dal sito dell'Agenzia per l'immigrazione.Verificare quali sono i documenti e i dati personali richiesti. L’Agenzia Nazionale per l’Immigrazione dà priorità alle richieste che sono correttamente compilate e, di conseguenza, si otterrà una decisione più velocemente.

Per saperne di più consultare la sezione Documenti richiesti nel menu a sinistra.

2. Presentare la domanda presso l'Ambasciata (o in qualsiasi Consolato svedese in Italia) e pagare i diritti consolari

Non è necessario prenotare un appuntamento, ma bisogna rispettare l’orario di apertura.

È necessario portare il modulo compilato insieme a tutti i documenti richiesti. Il personale dell'Ambasciata registrerà la domanda e comunicherà la data per un colloquio.

È possibile trovare l'indirizzo e l’orario di apertura (per questioni di visti e permessi di soggiorno) dell’Ambasciata e dei Consolati nella sezione Contatto nel menù a sinistra.

I diritti consolari vanno pagati al momento della presentazione della domanda presso l'Ambasciata o Consolato. L'Ambasciata accetta contanti (EURO) o pagamento con carta di credito (VISA o MasterCard).

Per chi presenta la domanda presso un Consolato, l’importo va pagato in contanti al momento in cui si presenta la domanda.

Per saperne di più, consultare la sezione Diritti consolari nel menù a sinistra.

3. Colloquio presso l’Ambasciata

In seguito il richiedente dovrà presentarsi in Ambasciata per un colloquio. I bambini maggiori di sei anni che richiedono un permesso di soggiorno in Svezia vengono anch’essi intervistati. Per bambini minori di sei anni o per bambini ritenuti troppo immaturi, il colloquio si svolge in presenza del tutore legale.

L’Ambasciata può inoltre decidere di completare la procedura con i dati biometrici del richiedente (fotografia, impronte digitali e firma digitale) per la preparazione della tessera di permesso di soggiorno nel caso in cui il permesso venga concesso. Lo stesso vale anche per i bambini.

4. Attendere una decisione

È possibile consultare lo stato della propria domanda ed i tempi d'attesa sul sito dell'Agenzia Nazionale per l'Immigrazione.

Quando l’Agenzia Nazionale per l’Immigrazione ha preso una decisione, il richiedente sarà informato via e-mail. La decisione verrà inviata alla persona precedentemente indicata come referente in Svezia. In alternativa, l'Ambasciata comunicherà la decisione via raccomandata ai recapiti indicati al momento della presentazione della domanda.

5. Richiedere la tessera di permesso di soggiorno

Il cittadino non UE/SEE a cui viene concesso e rilasciato il permesso di soggiorno, dovrà provvedere alla richiesta di una tessera di permesso di soggiorno. Dato che il richiedente si trova legalmente nella zona Schengen e ha libera circolazione, dovrà recarsi direttamente in Svezia per richiedere la tessera di permesso di soggiorno. Sul sito dell’Agenzia Nazionale per l’Immigrazione, è possibile prendere un appuntamento on-line per fornire i dati biometrici.

Per chi ha bisogno della tessera di permesso di soggiorno prima di recarsi in Svezia, vi è la possibilità di richiederla fornendo i dati biometrici presso l'Ambasciata di Svezia a Roma. Normalmente la tessera è pronta per essere consegnata entro tre o quattro settimane. Una volta che la tessera è pronta, il titolare sarà contattato dall'Ambasciata per concordare la procedura di consegna.

Navigation

Top